Articolo di :

Redazione

Codice dello Spettacolo

Incontro al MIC sul primo Codice dello Spettacolo

Incontro al MIC sul primo Codice dello Spettacolo 1600 1200 Redazione

Grande soddisfazione per il riconoscimento del nostro settore e per il ricevimento delle nostre istanze per il futuro Codice dello Spettacolo

Incontro al MIC coordinato dal Sottosegretario Gianmarco Mazzi sul primo Codice dello Spettacolo

Sin dalla nostra recente costituzione il tema del futuro Codice dello Spettacolo è stata una delle nostre priorità. Abbiamo lavorato a stretto contatto con gli uffici del Ministero, con il Sottosegretario Gianmarco Mazzi e il DG Antonio Parente, con grandi aspettative di avere finalmente riconosciuto al nostro settore un posto nelle attenzioni dello Stato. E aggiungo, anche la sua importanza dal punto di vista culturale e imprenditoriale per il nostro Paese. Non possiamo che esprimere la nostra soddisfazione nel constatare che, da quanto emerso anche dall’incontro di oggi, sembra che le nostre sollecitazioni e suggerimenti siano stati recepiti. Dichiariamo tutta la nostra disponibilità a collaborare per la stesura definitiva di questa legge delega e ci auguriamo si trovino le adeguate coperture finanziarie perché le buone intenzioni non rimangano tali, ma diventino realtà nel più breve tempo possibile”.

Così Bruno Sconocchia, presidente di AssoConcerti, l’associazione di categoria che raduna i principali produttori e organizzatori di musica dal vivo, a margine dell’incontro di oggi presso il Ministero della Cultura sul Codice dello Spettacolo con il settore musica, coordinato dal Sottosegretario Gianmarco Mazzi. All’incontro è intervenuto il Ministro alla Cultura Gennaro Sangiuliano che ha salutato tutti gli intervenuti e ringraziato per il lavoro fin qui svolto.

“Sin dall’inizio AssoConcerti ha avanzato proposte concrete per ridefinire in modo organico e strutturato le normative relative al mondo dello spettacolo dal vivo”, prosegue Sconocchia,” un settore che secondo i dati dell’ultimo rapporto della SIAE, rappresenta più del 50% dell’intero fatturato da vendita di biglietti in Italia. Serve un doppio binario su cui convogliare gli aiuti pubblici al settore dello spettacolo dal vivo: da una parte il FNSV (ex FUS) per le Fondazioni, Associazioni e in genere realtà pubbliche, che per una serie di fattori necessitano di un finanziamento pubblico per portare in pareggio il bilancio, e dall’altra lo strumento del credito d’imposta per supportare le aziende profit oriented”.

Quattro i temi principali sviluppati da AssoConcerti:

  • il tax credit sulla produzione ed organizzazione delle tournée di artisti in Italia;
  • un supporto per l’internazionalizzazione della musica italiana;
  • il finanziamento per la ristrutturazione e adeguamento anche energetico, acustico ecc. delle sale dedicate a concerti o comunque realmente multifunzionali, sull’esempio di quanto già riconosciuto all’esercizio cinematografico;
  • la possibilità delle nostre aziende di accedere al c.d. Art Bonus, attualmente riservato alle realtà già finanziate dallo Stato o di proprietà pubblica.
San Siro

La musica non è un problema, ma una risorsa

La musica non è un problema, ma una risorsa 2560 1616 Redazione

Il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala, è tornato sul tema dei concerti estivi a Milano nei siti San Siro/ La Maura e sugli eventuali lavori di ristrutturazione dello Stadio Meazza. AssoConcerti ha manifestato il suo sostegno ai lavori di riqualificazione e accoglie con favore l’impegno nella ricerca di una soluzione condivisa con tutte le realtà coinvolte delle problematiche che ne scaturiscono.

La musica è cultura ed esprime il bisogno di socializzazione. Ma la musica è anche economia: questa estate calcoliamo che ai 30 concerti in programma parteciperanno circa 1,5 milioni di spettatori – ha commentato il presidente di AssoConcerti Bruno Sconocchia – e tutto ciò ha ricadute occupazionali importanti. Per concerti di questa rilevanza lavorano migliaia di persone, oltre alle ricadute positive su hotel, ristoranti, attività commerciali. Abbiamo detto al sindaco che serve una collaborazione di tutti per gestire al meglio i concerti”.

Intervista completa del Presidente di AssoConcerti su Il Giorno

Ernesto Assante

Ciao Ernesto

Ciao Ernesto 450 450 Redazione

Oggi è incredibile pensare che ci sarà musica su un palco che non racconterai più.

Il Maestro che non amava salire in cattedra, pur potendo dispensare lezioni a chiunque, e che oltre alla sua penna unica ha sempre messo a disposizione di tutti i professionisti, artisti e addetti ai lavori, la sua generosità e la sua gentilezza.


Ci hai accompagnato con i tuoi consigli fin dalla nascita e avevamo tanti progetti su cui stavamo lavorando insieme.
Mancherai proprio a tutti. Mancherà il tuo sorriso.


Ciao Ernesto, continua ad ascoltare tanta musica per sempre.

Piazza della Musica

Piazza della Musica a Sanremo, ASSOCONCERTI è Main-Partner

Piazza della Musica a Sanremo, ASSOCONCERTI è Main-Partner 1600 1084 Redazione

Dal 6 al 10 febbraio in occasione del Festival di Sanremo, Piazza Borea D’Olmo a pochi passi dal teatro Ariston diventa Piazza della Musica

Tante storie, un luogo unico

Uno spazio di confronto dedicato a incontri con autori, editori, artisti, produttori, giornalisti e pubblico

La SIAE a Sanremo è ormai da anni una realtà consolidata e apprezzata, tanto dal pubblico quanto dagli addetti ai lavori. Tante storie, un luogo unico: per l’edizione 2024, la SIAE e le principali collecting e sigle associative dell’industria musicale italiana animeranno infatti Piazza Borea D’Olmo, trasformata per la settimana festivaliera in Piazza della Musica, a pochi passi dal Teatro Ariston: uno spazio di confronto per autori, editori, artisti, produttori, giornalisti e pubblico, che prevede una SIAE Lounge e la Casa della Musica.

Piazza della Musica nasce con il patrocinio di RAI; main partner ASSOCONCERTI, NUOVO IMAIE – Nuovo Istituto Mutualistico Artisti Interpreti Esecutori, SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori; partner ASSOMUSICA;supporter AUDIOCOOP, EVOLUTION, PMI e SCF. RAI RADIO2 è media partner dell’iniziativa, realizzata da iCompany di Massimo Bonelli.

SIAE LOUNGE: uno skybox a due piani in partnership con RAI Radio 2 che riceverà ospiti esclusivi, autori e artisti in gara. Presente anche FIPE, la Federazione italiana dei Pubblici esercizi di Confcommercio, che metterà a disposizione del mondo della musica la propria competenza e professionalità per offrire pause piacevoli agli ospiti della Lounge nei giorni del Festival.

CASA DELLA MUSICA: un luogo aperto anche al pubblico, in cui si terranno incontri business e music talk con i rappresentanti dell’industria musicale italiana, con una programmazione a partire dal 7 febbraio, ma anche showcase acustici di giovani talenti del panorama italiano.

A Casa della Musica, inoltre, si terrà la seconda edizione degli Stati Generali della Musica Italiana, dove l’industria musicale riunita si confronterà con il Sottosegretario alla Cultura Gianmarco Mazzi sullo stato di salute del comparto per proporre correttivi e soluzioni in grado di accompagnare la crescita del comparto.

«Il comparto Musica in Italia mai come ora sta vivendo un periodo di grande floridezza in termini di vendite, partecipazione del pubblico e indotto industriale. Per questo abbiamo deciso di rafforzare la presenza e l’impegno di SIAE a Sanremo creando, nella rinnovata e ampliata Casa della Musica, un centro di aggregazione e confronto quotidiano con le più importanti realtà associative della filiera, che ci affiancheranno per definire e motivare una posizione comune sulle tante sfide che ci attendono nell’immediato futuro. E sarà proprio questa location ad ospitare, venerdì 9 febbraio, la seconda edizione degli Stati Generali della Musica Italiana, nel corso dei quali presenteremo al Governo istanze e proposte per sostenere questo processo di crescita», dichiara il Presidente della SIAE Salvatore Nastasi.

«Siamo da sempre al fianco dell’industria musicale e di SIAE non solo con il Festival di Sanremo, una manifestazione conosciuta a livello internazionale e che ha costituito nel corso degli anni un trampolino di lancio per tanti artisti italiani ormai conosciuti a livello mondiale, ma con tanti eventi e programmi lungo tutto il corso dell’anno», sottolinea l’Amministratore Delegato della Rai Roberto Sergio. «La nostra programmazione – prosegue Sergio – spazia dalla musica leggera dei Festival estivi, al Concerto del 1° Maggio, allo spazio sempre maggiore per Eurovision Song Contest, per arrivare alla ricca e nutrita programmazione riservata alla cosiddetta musica colta su Rai 5 o Rai Radio3. Voglio anche sottolineare il grande impegno riservato da Radio 1, Radio 2, Radio 3, Isoradio e i canali specializzati per diffondere e divulgare le tante manifestazioni musicali in giro per l’Italia».

«Per questa nuova edizione del Festival della Canzone Italiana, SIAE raddoppia: i luoghi di incontro a firma SIAE diventano due, permettendo così a piazza Borea d’Olmo di accrescere il suo appeal e di configurarsi a pieno titolo come una vera e propria Piazza della Musica. Grazie alla Società Italiana degli Autori ed Editori per continuare a credere in noi e per le tante proposte che come sempre arricchiranno la settimana del Festival», dichiara il Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri.

«In qualità di Associazione che riunisce i più importanti organizzatori e produttori di musica dal vivo, rappresentando oltre l’80% del panorama concertistico italiano, la nostra partecipazione a questa importante iniziativa era un passo naturale» – commenta il Presidente di ASSOCONCERTI Bruno Sconocchia«Accogliamo con entusiasmo l’opportunità di approfondire e di esplorare, grazie ai panel che andranno in scena in Piazza della Musica, un settore tanto complesso e multiforme che siamo orgogliosi di rappresentare».